Bonus asilo nido da 1000 euro: come richiederlo e come funziona

6

Da oggi è possibile avanzare richiesta all’Inps per il bonus da 1000 euro annui (senza limiti di reddito), utilizzabile per saldare le rette degli asili nido oppure per l’assistenza domiciliare in caso di patologie gravi dei nostri bimbi.

Scopri subito se hai diritto al bonus statale.

La domanda può essere presentata dal genitore di un minore nato oppure adottato dal 1° Gennaio 2016 in possesso dei seguenti requisiti:

  • Cittadinanza italiana.
  • Cittadinanza UE.
  • Permesso di soggiorno UE (per soggiornanti di lungo periodo).
  • Carte di soggiorno (per i familiari extracomunitari di cittadini dell’Unione europea).
  • Carta di soggiorno permanente (per i familiari non aventi la cittadinanza dell’Unione europea).
  • Status di rifugiato politico o di protezione sussidiaria.
  • Residenza in Italia.
  • Relativamente al contributo asilo nido, il richiedente deve essere il genitore che sostiene l’onere del pagamento della retta.
  • Relativamente al contributo per forme di assistenza domiciliare, il richiedente deve coabitare con il figlio ed avere dimora abituale nello stesso comune.

Il bonus asilo nido viene erogato con cadenza mensile. Bisogna però fare attenzione, perché il premio non è cumulabile con le detrazioni fiscali previste per la frequenza degli asili nido e non è sovrapponibile con il Bonus Infanzia.

Il bonus per le forme di supporto presso la propria abitazione prevede invece la presentazione da parte del genitore di un attestato rilasciato dal pediatra che attesti per l’intero anno di riferimento “l’impossibilità del bambino a frequentare gli asili nido in ragione di una grave patologia cronica“. In questo caso, i 1000 euro vengono versati in un’unica soluzione.

Le domande possono essere presentate a partire dalle ore 10:00 del 17 Luglio 2017 fino alle 23:59 del 31 Dicembre 2017, con le seguenti modalità:

  • Online all’INPS, attraverso il servizio dedicato.
  • Telefonicamente, tramite Contact Center al numero 803 164 (gratuito da rete fissa) oppure 06 164 164 da rete mobile.
  • Tramite gli enti di patronato e gli intermediari abilitati.

In ultima istanza, è bene ricordare che il momento della presentazione della domanda farà la differenza in caso di superamento dei 144 milioni di fondi messi a disposizione per quest’anno.

Ti piace risparmiare? Iscriviti gratis alla newsletter di scontOmaggio!

Bonus Nido

6 Commenti

  1. Io speravo rientrassero anche i bimbi nati nel 2015! E se i fondi sono così pochi, perché non li danno solo ai cittadini italiani???

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here