Bonus cultura di 500 euro per i diciottenni con 18App

26

Arriva il Bonus Cultura da 500 euro per tutti i ragazzi che compiono 18 anni nel 2016.

Scopriamo cosa fare per averlo e come può essere speso.

Dopo qualche mese di attesa, parte finalmente il Bonus Cultura, previsto dall’ultima Legge di Stabilità del Governo.

A beneficiarne saranno i nati del 1998, che compioni 18 anni quest’anno: ovvero oltre 576.953 giovani in tutta Italia.

Si potrà richiedere a partire dal 15 settembre 2016 con la seguente procedura:

  • registrarsi su uno dei 5 identity provider (Poste, Aruba, Tim, Infocerc o Sielte) e ottenere lo Spid, il sistema pubblico per la gestione dell’identità digitale, necessario per ricevere le credenziali di accesso (trovi maggiori informazioni sullo spid sul sito www.spid.gov.it).
  • collegarsi a www.18app.italia.it oppure www.diciottapp.it ed installare l’app “18App” sul proprio smartphone o tablet.
  • utilizzare il proprio spid per fare il login nell’applicazione.

Si attiverà così il plafond da 500 euro che sarà attivo dal giorno del proprio compleanno fino alla fine del 2017, termine ultimo per utilizzarlo.

Si potrà utilizzare il credito per acquistare:

  • biglietti per cinema e teatro;
  • biglietti per musei e siti archeologici;
  • biglietti per gallerie d’arte;
  • biglietti per i parchi;
  • libri cartacei ed ebook;
  • ingressi ad eventi culturali.

Fonti: Corriere della Sera | Repubblica

500 euro 18app

26 Commenti

  1. caspita che bello!!!!!!!!!!
    peccato che il mio non sia dentro per un anno! speriamo lo proroghino anche per l’anno prossimo!!!

    • I soldi spesi per la cultura non sono mai inutili. I nostri ragazzi non vanno a mostre, teatri o altro perchè tutto costa tantissimo e siamo sempre costretti a scegliere di spendere i nostri soldi per le cose strettamente indispensabili, quindi non portiamo i nostri figli a vedere Escher perchè gli compriamo la bistecca. A me fa veramente piacere, invece.

    • Sono d’accordo con te ma lo stato quanti soldi spende per i profughi che vengono nel nostro paese e stanno seduti su una panchina tutto il giorno con dei mega telefonini? Anche se c’hanno qualcosa per i nostri ragazzi ben venga. Scusami m’ha volevo solo dire una mia opinione non voglio che l’ha prendi come un offesa.

      • Mi dispiace deluderti Cristina ma i soldi che “vengono spesi per i profughi” sono soldi non italiani, ma di fondi europei destinati esclusivamente ai richiedenti asilo e che quindi non potrebbero essere spesi in nessun altro modo tranne questo 🙂

  2. I diciottenni di oggi secondo me tutto pensano tranne che alla cultura…Stanno sempre attaccati al telefono, social network e altro.

    • eh, magari visto che e’ gratis e’ la volta buona che si possano interessare ad altro che ai social no?
      poi da cosa nasce cosa………

    • beh per come la vedi tu mia figlia è una mosca bianca, lei divora libri di ogni genere e se potesse sarebbe sempre in giro per musei

  3. Beneee!!!! anche se mia figlia dovrà aspettare fino a novembre per l’attivazione intanto ci mettiamo avanti coi lavori

  4. Ma abbiamo sempre da lamentarci??? INCREDIBILE!! Questo bonus non mi riguarda ma sono contenta l’abbiano avviato,mi sembra una bellissima iniziativa!!

  5. Certo! Però mi pare che l’abbiano fatto solo per accaparrarsi voti! Penso che le cose debbano essere eque e quando ho compiuto 18 anni nessuno mi ha dato niente quando mi sono laureata nemmeno.. eppure la crisi c’era già..

    • Ah quindi se non hanno mai fatto nulla in passato non dovranno mai fare niente?!?
      Invece credo che pian pianino si stia facendo qualcosina…

      • Ma vaaa è solo un modo di farsi votare.. io per Sto cazzo di paese ho lavorato due ‘anni gatis.. l’unica soddisfazione che mi sono presa che tra un mese prenderò un bello stipendio stop ma grazie a me e ai genitori fosse per li stato starei sotto i ponti

        • Sarà…intanto più di 570000 ragazzi potranno avere questo bonus!!80€ qua, 500 là…che lo facciano per i voti o meno io apprezzo!!

          • guarda io mi auguro facciano davvero qualcosa.. 500 euro sono giusto un contentino per tenere buona la gente.. i problemi veri sono altri ad esempio la mancanza di lavoro.. ad esempio se lo stato volesse far qualcosa per i giovani.. potrebbe benissimo pagare stage e altri lavori in cui non danno un centesimo.. potrebbe bloccare certe facoltà universitarie che servono solo a creare disoccupazione.. potrebbe fare tante belle cose che non fa.. Non voglio risultare polemica non è mia intenzione.. però ho già visto troppe ingiustizie in questo pese e adesso hanno fatto l’ennesima buffonata.. inizino a pagare il lavoro delle persone questo sarebbe già un inizio.. non mi piace polemizzare però non posso nemmeno star zitta scusate

  6. Mio figlio non ha ancora 18 anni e spero che si ripeta questa iniziativa anche negli anni futuri, perchè mi sembra proprio una bella cosa 🙂
    Per quanto riguarda la propaganda elettorale.. magari avete anche ragione, anzi, molto probabilmente avete sicuramente ragione. Ciò non toglie che sia comunque una bella iniziativa, indipendentemente da chi l’ha proposta.
    Sono comunque daccordo sul fatto che sia fumo negli occhi e che prima di pensare a questo ci sarebbero così tante problematiche da mettere a posto, a partire dal lavoro, alla casa, alla salute eccetera eccetera.

  7. Sicuramente ci sono anche altri mille problemi da affrontare ma quello che intendo dire è che non si può sempre polemizzare,è indubbiamente una bella iniziativa.

  8. io la trovo interessante questa iniziativa, anche io pur se adulta tante volte non partecipo a certi eventi perchè cari, figurati i ragazzi giovani che hanno sempre i soldini misurati, è un modo per dare la possibilità di ampliare i propri interessi e poi vale sempre il proverbio…impara l’arte e mettila da parte, la cultura non invecchia mai e non sai mai quando ti può servire quello che hai imparato .

Comments are closed.