Codici UnAttenzioneInPiu grattati al supermercato

37

Quanto siamo caduti in basso.

Pur di accaparrarsi un premio, qualcuno gratta persino i codici di UnAttenzioneInPiu con batuffolo d’alcool e cotone direttamente al supermercato.

Quel codice però può essere facilmente rintracciato… verrà smascherato il maldestro furbetto di turno?

Intanto ci dobbiamo vedere pure questo, dopo la rivendita dei kit tester e le aste su eBay di buoni sconto stampabili e non. Non c’è limite al peggio.

Ringraziamo Ilaria per la segnalazione.

kinder bueno unattenzioneinpiu

37 Commenti

  1. Non ci sono parole. Io faccio fatica grattare a casa spesso rovino codice e dopo non sono più leggibile. Ma per colpa di questa gente per noi diventa più difficile partecipare a concorsi

    • E se fossero persone che al supermercato ci lavorano, o se addirittura questa cosa venisse fatta nel trasporto? Non so che pensare!

  2. siamo proprio alla frutta…roba da non credere, bisognerebbe fare una cosa esemplare…identificare la persona che l’hà giocato e mettere il nome in grande sopra lo scaffale del reparto Kinder di quel super, altro che privacy…quando combinano queste cose la privacy non se la meritano proprio ma è meglio che tutti sappiano che tipi sono…

  3. Il codice può essere rintracciato basta che la kinder faccia una ricerca di chi ha inserito il codice e si risale tranquilamente a chi lo ha caricato
    Così la smettono di fare i furbi
    E una vergogna per colpa di persone così poi ci va di mezzo anche la gente onesta che acquista regolarmente i prodotti ??

    • non credo si perdino via per queste cose, intendo la Kinder…basta che guardi quando vendono i prodotti tester su Ebay, nessuno li fà niente per questo continuano ogni volta a rifarlo ….uno schifo…

  4. Veramente queste sono cose da persone piccole, ma non Di certo X una questione anagrafica.
    Che schifo !!??

  5. Che tristezza, che vergogna! La Ferrero dovrebbe chiudere l’account delle persone che fanno certe cose, o meglio ancora, bloccare l’indirizzo Ip del dispositivo, di modo che il soggetto non crei account fasulli. Non credo che per l’azienda sia difficile trovare chi ha giocato quel codice, e anzi, sarebbe producente nei suoi confronti farlo per: una questione di immagine e di attenzione al consumatore, senza contare il fatto che se tutti ci comportassimo in questo modo, le vendite dei prodotti subirebbero un brusco calo, e ne risentirebbero anche economicamente.

  6. Certo che hanno una faccia certe persone…Ma come me si fa a portarsi dietro alcool e cotone ed avere quella prontezza e nn essere scoperti?? Perché anche i nei supermercati ci dovrebbero essere piu’ controlli…Ma nn mi meraviglio più di tanto ormai…queste persone sono disposte a tutto.
    Questo è anche il risultato della raccolta punti loacker….per via di questi esseri , ci hanno rimesso persone oneste…perché da li è partita poi la richiesta dei codici che nn avevo e nn ho potuto ricevere i regali..avendo partecipato onestamente.

  7. Scusate, nessuno ha pensato che anche il proprietario dell attività o qualcuno che vi lavora possa farlo? Perché per grattare i codice con alcol e cotone ci vuole del tempo ed io mi meraviglio di come certi furbetti possano passare inosservati!! Buh!! L’azienda promotrice dovrebbe risalire al colpevole e multarlo per un valore il triplo di quello che ha dichiarato di aver acquistato falsamente.. così smetterà di farlo e, soprattutto si pentirà di non aver speso quel denaro correttamente anziché in multa da pagare!

    • Mi sembra strano (ma non impossibile) che sia stato il rivenditore: il negoziante di perderebbe perchè almeno io, una confezione “usata” così non la comprerei mai, e prima o poi scade.

    • Concordo con Anna,
      dubito che i responsabili siano i clienti finali (anche se niente è impossibile), ma più probabilmente coloro che lavorano lungo il “tragitto” dei prodotti (dalla produzione alla distribuzione).
      In ogni caso una azienda ha il dovere di proteggere la sua immagine… prodotti alterati non dovrebbero nemmeno comparire sugli scaffali.

      Noi couponisti ONESTI & FELICI continuaimo a gioire delle nostre imprese! 🙂

    • Mi sembra strano che sia il proprietario dell’attività, sia perché difficilmente venderebbe il prodotto, sia perché (e questo sarebbe il danno più grande) il suo negozio perderebbe d’immagine… se io vedessi una cosa del genere in un negozio, difficilmente tornerei a fare spesa nello stesso

  8. la mamma dei cretini è sempre incinta!
    e poi siamo noi a dover inviare buste piene di codici per poter avere il premio che ci spetta….

  9. mah…a casa ho qualche difficoltà a grattare sti codici…come si fa al supermercato??boh?? e se ti dovessero scoprire che scusa potresti mai inventare?? che brutta figura!!! assolutamente NOOOOOOOOOOOOOOOOOO

  10. Secondo me ragazze non lo grattano al supermercato, io compro le confezioni da 3 del bueno e si stacca la parte argentata che poi con molto fatica gratto e perdo sempre….secondo me rubano quella parte e poi se la grattano a casa…..basterebbe che il supermercato guardasse le telecamere……ormai siamo alla frutta, mi auguro solo che non vincano il buono da 100 euro…

  11. Ma infatti faceva prima a staccare l’etichetta e portarla via che cancellarla li, questo è malato!!! Mi piacerebbe trovarne uno gli darei una bella zuppa in testa da dietro.

    • Concordo con te Ale
      Basta inserire il codice all’interno delle confezioni come capita per molti altri concorsi! Così saranno costretti a comprarli xk è davvero impossibile aprire la confezioni e non essere scoperti.
      Noi onesti couponisti però dobbiamo essere fieri e felici di ricevere un premio onestamente! Io non so come fanno quelli che ricevono un premio quasi rubato! Non ha senso..xk la cosa ke fa impazzire di gioia è vedere accumulare i punti con enfasi per raggiungere un traguardo..è il percorso ad essere bello in se! Rubarli non ha proprio senso.

  12. Li ho visti anche io stavo per acquistare una confezione di Kinder bueno ma mi sono accorta in tempo che i codici erano tutti grattati, l’ho fatto presente alla direzione del supermercato

  13. Che vergogna dovrebbero punire chi fa questo i un gesto ingiusto per chi poi andrà ad acquistare quella confezione già grattata.
    Alla fine si sporcano la faccia per due o tre euro .
    L’ Italia aposta di andar avanti va in dietro e vero che c’è crisi Però. …….

  14. E questo niente ragazze. Che ne dite di wurstel aperti e mangiati da qualcuno, cioccolattini e biscotti aperti e mezza mangiati etc…. Quello che succede vedere al supermercato Carrefour quando fai la spesa.

Comments are closed.