Quando iniziano i Saldi Estivi 2021? Il calendario delle regioni!

4

Stanno per arrivare i saldi dell’estate 2021, scopriamo nella tua regione la data di inizio!

Inoltre, i soliti buoni consigli per fare veri affari.

Ecco il calendario regione per regione per questi saldi di luglio 2021:

  • Abruzzo: da sabato 3 luglio.
  • Basilicata: da venerdì 2 luglio.
  • Calabria: da sabato 3 luglio.
  • Campania: da venerdì 23 luglio.
  • Emilia Romagna: da sabato 3 luglio.
  • Friuli-Venezia Giulia: da sabato 3 luglio.
  • Lazio: da sabato 3 luglio.
  • Liguria: da sabato 3 luglio.
  • Lombardia: da sabato 3 luglio.
  • Marche: da sabato 3 luglio.
  • Molise: da venerdì 2 luglio.
  • Piemonte: da sabato 3 luglio.
  • Puglia: da domenica 1° agosto.
  • Sardegna: da sabato 3 luglio.
  • Sicilia: da giovedì 1° luglio.
  • Toscana: da sabato 3 luglio.
  • Trentino Alto Adige: da venerdì 16 luglio.
  • Umbria: da sabato 3 luglio.
  • Valle d’Aosta: da definire.
  • Veneto: da sabato 10 luglio.

Ringraziamo per la segnalazione Francesca di scontOmaggio: Uniti nel Risparmio, il nostro gruppo Facebook (unisciti anche tu, ti aspettiamo!).

Resta aggiornato col risparmio: iscriviti alla newsletter di scontOmaggio e seguici su Telegram.

Regole per fare veri affari con i Saldi

Infine vi ricordiamo le semplici regole generali da seguire durante il periodo dei Saldi:

  • Confronta i prezzi pre-saldi e post-saldi, accertati che lo sconto dichiarato sia reale.
  • Non fermarti al primo negozio, ma confronta i prezzi tra vari negozi per trovare davvero quello più conveniente.
  • Approfitta dei primi giorni di Saldi, quando la scelta di modelli e taglie sarà più ampia.
  • Conserva sempre lo scontrino, è sempre possibile effettuare il cambio.
  • La merce con la voce “Saldo” deve essere l’avanzo di quella della stagione che sta finendo… non devono essere fondi di magazzino. Diffida dai negozi che prima dei saldi avevano scaffali semivuoti e poi durante i saldi si riempiono di ogni articolo.
  • Controlla il capo prima di acquistarlo e verifica l’eventuale presenza di difetti.
  • Ricorda che la dicitura “La merce venduta in saldo non si cambia” non si applica nel caso in cui il difetto del bene acquistato non sia stato provocato dall’acquirente.

4 Commenti

Comments are closed.