Report sul Couponing in Italia

36

Da poco è uscito un interessante report sullo stato di salute del Couponing in Italia, con un occhio di riguardo su Facebook, ad opera di Kiwari con la sua piattaforma di eCoupon chiamata Buon Mercato, una piattaforma che noi couponisti conosciamo bene. L’abbiamo infatti già usata in passato, quando abbiamo stampato i coupon di Nostromo, la usiamo tuttora grazie ai buoni sconto scaricati da Galbani e lo useremo anche in futuro con gli imminenti buoni sconto Fileni.

Questo report, che ha decisamente un taglio rivolto alle aziende per spingerle ad entrare nel mondo dei buoni sconto da stampare su Facebook, è di interesse anche per noi consumatori perchè ricco di informazioni e statistiche.

Clicca l’immagine sottostante per sfogliarlo (23 pagine).

Si può vedere la dimostrazione, numeri alla mano, che le aziende italiane che sono entrate nel mondo dei coupon da stampare hanno visto i propri siti e pagine Facebook crescere esponenzialmente di visite e popolarsi di clienti.

Si viene a conoscenza inoltre che ben il 20% dei buoni sconto stampati dai consumatori vengono poi effettivamente utilizzati nei supermercati, segno tangibile che la tematica è sentita (ma questo noi già lo sapevamo!).

Infine c’è una interessante cartina geografica italiana che mostra la per ogni provincia qual è la densità di registrazione e stampa degli eCoupon su Facebook.

Lo sapevate che anche Kiwari legge scontOmaggio? L’iniziativa Vogliamo più coupon per la spesa, facciamoci sentire! prosegue…

buonmercato ecouponing report

36 Commenti

  1. Dati alla mano: ecco i risultati. Perfetto. 🙂 Farò un’attenta lettura. Grazie ScontOmaggio.

  2. Interessante il report anche se è un po’ difficile interpretarlo perchè è rivolto alle aziende, bella la parte dedicata alle zone dove si stampano maggiormente i coupon via facebook, come immaginavo Roma e Milano che sono le città più grandi, anche a Torino ne stampano molti pur essendo una città sotto il milione di abitanti.
    Malissimo Valle d’Aosta e zona Nuoro/Oristano dove li usa nessuno!!

  3. Lo leggerò questa sera,fra poco devo scappare.
    Grazie Scontomaggio,se qualcosa si muove è grazie anche alle nostre segnalazioni, ma principalmente a te che ci dai tante possibilità col tuo lavoro e con questo sito fantastico.

  4. Grazie scontomaggio!!! finalmente le nostre richieste stanno iniziando ad interessare a qualcuno????? SPERIAMOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    • ho fatto un po’ di casino con il nickname stamattina…. con tutti sti siti e le mail 🙁 andiamo bene…. sono solo le 11… 🙁

  5. Penso che la notizia sia di buon auspicio. credo che come scontomaggio dice se ”solo il 20%” dei buoni stampati vengono utilizzati,(e credo che sia un buon risultato) , e’ anche perche’ agli inizi molte utenti hanno avuto difficolta’ ad utilizzarli causa
    ”ostruzionismo in buona fede” da parte dei centri commerciali.. credo che se rifacessero la ricerca di mercato aggiornata a oggi, la percentuale di utilizzo sarebbe maggiore dato che ora non ci sono piu’ difficolta’ a consegnarli alle casse!!!!!
    La mia perplessita’ (e questa e’ la scoperta dell’acqua calda) e’ come mai ancora le aziende, nonostante possano constatare sui dati delle aziende che gia’ emettono buoni in crescita, siano restie a partire in massa con questa politica fcommerciale….
    ..l’unica spiegazione e’ che probabilmente ai vertici
    del mercandising ci siano colletti bianchi che hanno fatto carriera senza essere passati prima nel ”mercato vendite reale” applicando solo metodi
    didattici che non sono di certo d’aiuto alla crescita aziendale specie in questi momenti di crisi.
    Non capiscono che il mercato ”propone” e le aziende
    devono ”disporre” e non viceversa…
    e se vogliono ridurre i danni DEVONO entrare dentro il sistema del mercato reale e cambiare rotta.
    Ai vertici aziendali dovrebbero fare piu’ ricerche di mercato mirate alle esigenze della gente e (capisco l’impopolarita’ di quanto dico) chiedere consiglio a chi lavora a contatto diretto con la clientela (commesse, cassiere, ecc) che tastano giornalmente il polso dei clienti stessi. 🙂 🙂
    SCONTOMAGGIO : FRANCESCO grazie ancora e speriamo che con le ns. spinte riusciamo ad allargare questa richiesta a tutte le aziende e invogliare gli utenti ad avere piu’ coraggio nell’utilizzare i coupons ! 🙂

    • Grazie 🙂

      Però ho scritto “ben il 20%”. Secondo me il 20% è un numero molto alto.
      Chiaramente se restringessimo la statistica alla nostra community quella percentuale sarebbe ancora più alta.

      • Francesco : infatti fra parentesi segnalavo che lo ritenevo un buon risultato… dicevo la parola ”solo il 20%” perche’ e’ una realta ancora bassa rispetto a altri paesi ma per noi e’ gia un successo visto che sino a pochi mesi fa si testava , se non erro attorno al 6% ca. 🙂

    • analisi perfetta Enrica, l’unica cosa che metterei in evidenza è che non tutti sono su facebook e sono restii a iscriversi, quindi sarebbe meglio orientarsi su iscrizioni ai loro siti, per scaricare i coupon.

      • @ Giancarla… daccordissimo… infatti il cliente vuole essere rassicurato e basterebbe segnalarlo (come intelligentemente lo ha fatto Danone) attraverso i media televisione in primis, ; in questo modo darebbe al cliente che non c’e nulla di artificioso o poco chiaro e alla luce del sole…io credo che se chiedessimo a danone se da quando ha pubblicizzato via cavo la possibilita’ di scaricare sul suo sito, risponderebbe che rispetto alla prima ondata (di cui solo in pochi- noi- eravamo a conoscienza) hanno incrementato le stampe di coupons… ne sono piu’ che certa !!!! 🙂

        • difatti, mi è successo all’iper , una giovane coppia chiedeva, al banco accoglienza, come utilizzare il coupon (poco chiaro )per chi utilizza la prima volta, della danone sull’acquisto di activia con activia fresh,
          pensavano di acquistare o uno o l’altro, anzichè tutti e due.
          era la prima volta che usavano i coupon, li ho indirizzati su questo sito per essere sempre informati.

  6. Hai ragione Enrica, condivido in pieno quanto scrivi. Il problema delle grosse aziende italiane è che, quasi tutte, hanno ai loro vertici una dirigenza fatta di gente stra-raccomandata invischiata con la classe politica e qualsiasi decisione aziendale non segue la logica del buon senso. Impassero invece ad ascoltare tutto il loro personale (e non sempre e solo i soliti lecchini), a fare formazione, e ricerche di mercato.

  7. PS: su Google Trends ho inserito la parola chiave “buoni sconto” e ho scoperto quali sono le zone dove se ne cercano di più su internet: Treviso, Bergamo,
    Torino, Brescia, Catania, Bologna, Cagliari e Milano

    • @ANdrea: questa la dice lunga: al nord piu’ richieste ma credo solo perche’ , come si nota da i commenti delle ns. ”colleghe” del sud, spesso le politiche dei centri commerciali sono ancora piu’ rigide nel recepire l’accoglienza ai coupons.
      Quindi cio’ conferma quanto ho detto… la richiesta c’e eccome ma politiche aziendali e dei centri commerciali fallimentari portano a un rallentamento della risposta ai clienti…che sono quelli che poi consentono loro di continuare a esistere….ad esempio un buon cambio di rotta e con pubblicita’ azzeccata in televisione la sta facendo CONAD che riferendosi ai bisogni della gente (e quindi attirare piu’ clienti) applica sinoa giugno ribassi sui loro prodotti…..e conti reali alla mano questa e’ e sara’ una politica vincente…..noto gia’ alle casse che i carrelli non sono piu’ al minimo indispensabile ma piu’ carichi…..dei loro prodotti ma piu’ carichi….anche questa la dice lunga!!! 🙂 🙂

        • No Luisa, il problema dell’analfabetizzazione informatica c’è ovunque non solo qui in Sicilia. Anche noi sappiamo usare i computer come Voi, usiamo facebook e altri canali telematici come in tutta Italia.
          Il problema è che le politiche economiche dei vari Supermercati ed ipermercati magari cambiano da regione a regione.
          In Sicilia a parte l’Auchan o l’Ipercoop o Simply non sono in tanti ad accettare i coupons ed anche quelli che ho elencato a volte fanno storie.
          Quindi l’istruzione informatica o l’struzione in genere non c’entra nulla.
          Siamo stati tutti a scuola come al nord ed i ns figli ed anche noi facciamo ed abbiamo fatto esattamente le stesse cose che fate Voi.
          Non siamo diversi, viviamo solo in regioni diverse.

          • Scusatemi, ma non posso astenermi dal commentare. L’analfabetizzazione informatica non centra proprio nulla!!! Non diciamo sciocchezze!! Il problema è che i supermercati, molti, non accettano i coupon. Internet c’è ed esiste in ogni luogo……..

  8. @Andrea: grazie, parlo per esperienza e fa male a chi come me magari ha dovuto abbandonare per scielte familiari il settore, e aver lavorato con passione e enormi risultati, vedere cosa in questi anni e’ successo al mercato…ma parte tutto da una cosa..si e’ perso il contatto vero con le esigenze dei clienti..prova ne e’ che quando un anno fa sono riuscita a lavorare con quei ”contratti” trimestrali, l’incremento di quel centro era aumentato del 30%….ma inutile dire che loro ritengono che il risparmio si faccia cambiando trimestralmente il personale e non utilizzando le capacita’….se questa non e’ cattivo commercio!!!!!
    inoltre non danno il tempo alle nuove leve di farsi le ossa e capire come porsi e accogliere i clienti…pertanto non si impegnano piu’ di tanto sapendo gia’ a priori che dopo due mesi verranno lasciati a casa…… triste ma vero!!!!”

  9. mi augoro solo, che molte delle società da noi elencate, nel vogliamo più coupon, vadano a leggersi questa statistica.

  10. Buongiorno a tutte. Ho scaricato il report e me lo leggerò con calma.
    Ho notato però che in toscana la richiesta è un pò scarsa ma le toscane di questo sito stanno alzando la media 😉
    Concordo con Andrea ed Enrica. Sono i vertici che non funzionano.
    Io ho sempre lavorato al pubblico e una volta mi è capitato di lavorare per un interinale.
    Mi hanno mandato a lavorare in un corner che vendeva tappeti, all’interno di un grande magazzino (premetto che io avevo avuto un negozio di cartoleria….) e in 2 ore mi hanno lasciata da sola!!! Ma che servizio potevo dare io al cliente che ne sapeva molto più di me???
    Comunque è bello vedere che qualcosa si muove e che il nostro “lavoro” sta dando i suoi frutti!!!

    • @Paolina: mmmmaaaa ccciiiaaaooo!!! tutto ok? ora preparo il pranzo e poi piu’ tardi mi risintonizzo!! spero a casa e mamma tutto bene!!

      sarebbe interessante: un’azienda che offra la possibilita’ a 6 /7 di noi di gestire per un certo periodo un loro romm….e credo ne vedrebbero delle belle!!!!:) 😉

  11. bene… si sta mettendo su un bel meccanismo, la macchina dei coupon sta prendendo forma… speriamo diventi una ferrari 🙂
    in quel meccanismo c’è anche Scontomaggio…
    Grazie!!!

  12. qualcosa si sta muovendo e speriamo prenda piede: d’altronde x risanare l’Italia è meglio che si ingegnino in modo da venire incontro alle esigenze del popolo

  13. Fantastico!! Speriamo che le aziende finalmente cominciano ad adeguarsi al mondo di “couponing”anche i Italia!!!

  14. scusate non riesce ad aprirsi, mi da “oggetto mancante o non valido” e non si apre la pagina del report..

  15. Ho scaricato il report e me lo leggerò con calma. Sono una contabile quindi so che mi piacerà andare a scovare qualcosa di “statistico”. E’ bello vedere come, ogni giorno, si parla sempre più di coupon, in un modo o in un altro. Però. come dicono con diverse considerazioni Andrea e Enrica in particolare, ci sono sicuramente ancora molti fattori ostacolanti, in primis una difficile apertura mentale dei dirigenti ai sistemi di marketing che devono continuamente cambiare per adeguare l’offerta al mercato. E credo che questo, purtroppo, sia anche uno dei fattori per i quali molte imprese di grandi dimensioni sono andati “alla deriva”. Ottime queste statistiche… il raffronto con la prossima sarà ancor più interessante credo… ci sarà sicuramente una forte impennata dei consumi di coupon e molti siti che cercheranno di copiare il nostro Scontomaggio… 🙂 Vero Boss?

    • Di copie in giro che ne sono già tante 🙁
      Ma si cerca sempre di differenziarsi.

      • Bando alla presunzione : Francesco : noi abbiamo Scontomaggio ma tu hai NOI… un parterre di donne e uomini determinati a raggiungere un solo scopo….Italia invasa dai coupons….. SLOGAN : PER UNA ITALIA CHE RINASCE… COUPONS PER TUTTI!!!
        e…cosa non da poco…. qui non bisogna iscriversi per dare il proprio apporto o avere informazioni utili…tutto alla luce del solo…perche’ cosi’ deve essere….e se anche le aziende di mercato si applicassero allo stesso tuo modo nei confronti dei consumatori…ora saremmo a stampare copuon a pioggia …a comprare…le aziende farebbero utili ….e via di conseguenza…Grazie ancora 🙂

      • Coupon e sito ScontOmaggio dovranno andare di pari passo… Se una cosa va bene si cerca sempre di copiarla… del sito si sono già accorti in tanti… ora tocca all’uso dei coupon… 🙂

Comments are closed.